fbpx
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Cosa devo evitare di mangiare se ho la celiachia?

Evitare gli alimenti con glutine, una proteina presente naturalmente nel grano, nella segale e nell'orzo, è fondamentale nel trattamento della celiachia. Rimuovere il glutine dalla dieta migliorerà i sintomi, guarirà i danni al tuo intestino tenue e previerà ulteriori danni nel tempo. Mentre potresti dover evitare determinati alimenti, la buona notizia è che sono disponibili molti alimenti e prodotti sani e senza glutine.

(!) Evitare gli alimenti con glutine è fondamentale nel trattamento della celiachia.

Evitare gli alimenti con glutine è fondamentale nel trattamento della celiachia.Dovresti evitare tutti i prodotti che contengono glutine, come la maggior parte dei cereali, cereali e pasta e molti alimenti trasformati. Assicurati di leggere sempre attentamente gli elenchi degli ingredienti alimentari per assicurarti che il cibo che vuoi mangiare non abbia glutine. Inoltre, discuti le scelte alimentari senza glutine con un dietista o un operatore sanitario specializzato nella celiachia.

Cosa devo mangiare se ho la celiachia?

Alimenti come carne, pesce, frutta, verdura, riso e patate senza additivi o condimenti non contengono glutine e fanno parte di una dieta ben bilanciata. Puoi mangiare tipi di pane, pasta e altri alimenti senza glutine che ora sono più facili da trovare nei negozi, nei ristoranti e nelle aziende alimentari speciali. Puoi anche mangiare patate, riso, soia, amaranto, quinoa, grano saraceno o farina di fagioli al posto della farina di grano.
In passato, medici e dietisti sconsigliavano di mangiare avena in caso di celiachia. Le prove suggeriscono che la maggior parte delle persone con la malattia possono mangiare in sicurezza quantità moderate di avena, purché non vengano a contatto con il glutine di frumento durante la lavorazione. Dovresti parlare con il tuo medico o laboratorio analisi sull'opportunità di includere l'avena nella tua dieta.

Quando fai shopping e mangi fuori, ricordati di:

  • leggere le etichette degli alimenti Link esterno, in particolare su alimenti in scatola, surgelati e trasformati, per gli ingredienti che contengono glutine;
  • identificare gli alimenti etichettati "senza glutine"; per legge, questi alimenti devono contenere meno di 20 parti per milione, ben al di sotto della soglia per causare problemi nella grande maggioranza dei pazienti con malattia celiaca;
  • chiedi ai ristoranti e chef come preparano il cibo e cosa contiene;
  • scopri se è disponibile un menu senza glutine;
  • chiedi una cena o all'organizzatore di feste sulle opzioni senza glutine prima di partecipare a un incontro sociale.

Gli alimenti etichettati senza glutine tendono a costare di più rispetto agli stessi alimenti che contengono glutine. Potresti scoprire che gli alimenti naturalmente privi di glutine sono meno costosi. Con la pratica, cercare il glutine può diventare una seconda natura.

Se ti è appena stata diagnosticata la celiachia, tu e i tuoi familiari potete trovare utili i gruppi di supporto mentre vi adattate a un nuovo approccio al cibo.

Una dieta priva di glutine è sicura se non ho la celiachia? 

Negli ultimi anni, più persone senza celiachia hanno adottato una dieta priva di glutine, credendo che evitare il glutine sia più salutare o potrebbe aiutarli a perdere peso. Nessun dato attuale suggerisce che il grande pubblico debba mantenere una dieta priva di glutine per perdere peso o migliorare la salute.

Una dieta senza glutine non è sempre una dieta sana. Ad esempio, una dieta priva di glutine potrebbe non fornire abbastanza nutrienti, vitamine e minerali di cui il corpo ha bisogno, come fibre, ferro e calcio. Alcuni prodotti senza glutine possono essere ricchi di calorie e zucchero..

Se pensi di avere la celiachia, non iniziare a evitare il glutine senza prima parlare con il medico. Se il medico ti diagnostica la celiachia, ti sottoporrà a una dieta priva di glutine.

Elementi positivi alla salute e al benessere.

Celiachia intolleranza o allergia

Una persona con intolleranza o sensibilità al glutine può provare dolore e gonfiore dopo aver mangiato cibi che contengono glutine.

Nel 2017 sono risultati 206.561 celiaci ufficialmente diagnosticati, circa 10.000 in più rispetto all’anno precedente. A livello locale, la regione con il maggior numero di casi è la Lombardia con 36.529 celiaci su circa 10 milioni di abitanti; la più piccola Val d’Aosta, invece, registra solo 520 celiaci su circa 126mila abitanti. In media, i diagnosticati sono proporzionali alla grandezza della regione, rendendo l’incidenza del morbo celiaco piuttosto uniforme.

Stiamo parlando dei celiaci che hanno ricevuto una diagnosi ufficiale, ma in realtà potrebbero essere molte di più le persone che soffrono di celiachia. Si stima, infatti, che il 70% dei celiaci non abbia ancora una diagnosi ufficiale.

celiachia intolleranza o allergia 

Esami in Promo

Abbiamo predisposto una pagina di vari Check Up ed esami clinici in offerta, un servizio offerto dal laboratorio analisi.

©2020 CentroMediterraneo s.r.l. Disbiosi Test -Laboratorio analisi - Intolleranza al lattosio - Urea breath test - Sintomi Allergie alimentari - Test Allergie alimentari - Consulente Web - Sinetweb.net

Search